Salta con noi!

Ivan Cordoba SCORRI PER LEGGERE STORIA N.49 / 110

Ci sono calciatori che vanno ricordati non solo per quello che hanno fatto in campo ma anche per quello che hanno saputo realizzare fuori dal rettangolo di gioco. Ivan Ramiro Cordoba è uno di questi. La sua è una di quelle carriere straordinarie: con l’Inter in tredici stagioni ha conquistato l’Italia, l’Europa e poi il mondo. Ma per capire chi è stato e chi è, è sufficiente leggere una frase pronunciata in un’intervista anni dopo il ritiro. “Io non ho mai avuto paura di nessuno: un difensore vero, in quanto uomo, può temere le malattie, le guerre o la povertà nel mondo, ma certo non gli attaccanti”.

Cordoba infatti affronta i nemici, quelli in campo e quelli fuori dal campo nello stesso modo, senza paura e mettendoci tutto sé stesso. Nel 2005 fonda l’associazione “Colombia te quiere ver” che si occupa di bambini disagiati a Rionegro, la sua città natale. Questa è solo una delle tante iniziative di solidarietà portate avanti da Cordoba.

All’Inter arriva nel gennaio del 2000 e conquista subito un posto da titolare al centro della difesa nerazzurra, giocando all’occorrenza anche da terzino. Non superava l’1,75 ma la sua elevazione fuori dalla norma gli consentiva spesso di vincere duelli aerei contro attaccanti alti 20 centimetri più di lui e segnare anche tanti gol. Per le sue qualità atletiche e umane è stato amato tanto dai tifosi quanto dai compagni di squadra. E per questo il giorno della sua ultima partita, San Siro è in festa e tutti i giocatori nerazzurri per omaggiarlo indossano la sua maglia numero 2. È il maggio 2012, un derby e l’Inter vince 4 a 2. Il modo migliore per concludere la carriera.

Ivan Cordoba

Ivan Ramiro Cordoba è nato nel 1976 in Colombia. Dopo aver giocato in patria nel Deportivo Rionegro e nell’Atlètico Nacional, nel 1998 si è trasferito in Argentina nel San Lorenzo. L’Inter l’ha acquistato nel gennaio 2000. In tredici stagioni in maglia neroazzurra ha giocato 455 partite e ha vinto 5 campionati, 4 Coppe Italia, 4 Supercoppe italiane, una Champions League e una Coppa del mondo per Club. Conta anche 73 presenze con la nazionale colombiana con cui ha vinto la Coppa America del 2001.