Mister Oba Oba

Obafemi Martins SCORRI PER LEGGERE STORIA N.55 / 110

Un adolescente, con la forza fisica di un toro e l’entusiasmo, quando esulta, di un bambino. Si presenta così Obafemi Martins quando muove i primi passi nel calcio dei grandi. L’esordio da titolare è a Parma, quando il reparto d’attacco decimato convince Hector Cuper a puntare sul centravanti della Primavera. Nelle gerarchie, ovviamente, in teoria è l’ultimo, dopo campioni come Vieri, Crespo, Recoba e Kallon. Il primo gol lo segna a Leverkusen, in una gara decisiva per l’accesso ai quarti di finale della Champions League. Non male per un ragazzino nigeriano che ha conosciuto il mondo del calcio prendendo a calci una palla a piedi nudi per le strade di Lagos.

Crespo si infortuna, Batistuta non può giocare in Champions League, Vieri non è al meglio: Cuper punta su questo ragazzo, e ha ragione. Martins viene chiamato a raddrizzare una gara importantissima, l’euroderby di ritorno del 2003, e per poco non ci riesce: a 5 minuti dalla fine brucia in velocità Maldini e batte Abbiati. Un gol bel quanto inutile: per la regola dei gol in trasferta in finale ci va il Milan. Quello è solo l’inizio. La velocità di Oba Oba fa impazzire le difese di tutta Europa e “Oba” si leva lo sfizio di segnare altri gol pesanti, soprattutto a Milan e Juventus, due tra le sue vittime preferite. Qualcuno lo misura sui 100 metri: il tempo è minore di undici secondi, numeri da Olimpiadi.

Ma nella memoria dei tifosi nerazzurri rimarranno impresse altre doti atletiche di Martins. Dopo ogni gol, infatti, fa quattro o cinque salti mortali, divenuti il suo marchio di fabbrica. Alla fine della sua avventura interista le reti saranno 49. Nel 2006 si trasferisce al Newcastle subito prima che l’Inter cominci il suo dominio italiano ed europeo. Ma resta tuttora nel cuore di tutti i tifosi nerazzurri, per la sua simpatia, la velocità palla al piede e i gol “pesanti”, compreso l’ultimo, che valse il sigillo per la conquista della Coppa Italia.

 

Obafemi Martins

Obafemi Martins è nato a Lagos (Nigeria) nel 1984. La sua prima squadra italiana è stata la Reggiana. E’ stato acquistato dall’Inter nel 2001 e ha esordito in prima squadra l’anno successivo. In cinque stagioni in nerazzurro ha disputato 136 partite segnando 49 gol. Nel 2006 si è trasferito al Newcastle e attualmente gioca in Cina nello Shanghai Shenhua. Con la nazionale nigeriana conta 42 presenze e 18 gol.